Category

Ricette

Torta morbida ai mirtilli

Questa torta è stata una scoperta, una via di mezzo tra un dolce morbido alla ricotta ed una cheesecake che in estate va per la maggiore. La ricetta originale prevedeva una volta cotta e raffreddata che venisse coperta abbondantemente di marmellata, io ho preferito sostituire la marmellata con i mirtilli freschi che ho distribuito sulla crema prima di infornare il dolce. Da fredda ha sostato in frigo una notte et voila’ la colazione é servita. Ultima osservazione, non per importanza, diventa un dolce glutenfree utilizzando la farina di riso.
Ecco gli ingredienti per uno stampo da 24 cm di diametro:
120 gr di biscotti secchi (io ho usato i rigoli Mulino Bianco;
50 gr di burro fuso (fatto raffreddare);
3 uova;
120 gr di zucchero semolato;
1 cucchiaio di farina (per me farina di riso);
250 gr di ricotta;
250 gr di mascarpone;
200 gr di mirtilli freschi.
Procedimento: Tritare i biscotti al mixer, trasferirli in una terrina e mescolare bene con il burro fuso.

Biscotti tritati mescolati al burro fuso…

Rivestite lo stampo apribile con un cerchio di carta forno, imburrare il diametro dello stampo e versare sulla base il composto di biscotti, con un cucchiaio livellare bene. Nel frattempo montare i tuorli d’uovo con lo zucchero fino a renderli belli spumosi. Aggiungere il cucchiaio di farina, il mascarpone e la ricotta mescolando bene senza smontare il composto e per ultimi gli albumi montati a neve.

Trasferiamo la crema sulla base di biscotti…

Trasferiamo la crema sulla base dei biscotti nello stampo e completare con i mirtilli lavati ed asciugati.

Pioggia di mirtilli prima della cottura…

Cuocere in forno statico già caldo per 40 minuti alla temperatura di 180 gradi. Una volta cotta far raffreddare e trasferire coperta in frigo. La prossima volta che la farò proverò a mixare i mirtilli con i lamponi! Buona torta morbida a tutti!

Eccola cotta a tarda notte..

Muffin cuore di marmellata

Quando voglio fare un dolcetto veloce, preparo i muffin.Si possono fare mille versioni partendo dalla ricetta base variando le farine per esempio oppure aggiungendo all’impasto della frutta fresca, del cioccolato oppure come in questo caso della marmellata.

Ricetta per 12 muffin:
165 gr di farina tipo 1 (andrà benissimo anche la 00),
100 gr di farina di riso,
2 uova,
135 gr di burro morbido,
135 gr di zucchero,
135 gr di latte intero a temperatura ambiente,
i semini di una bacca di vaniglia,
un pizzico di sale;
10 gr di lievito,
mezzo cucchiaino di bicarbonato,
100 gr di marmellata di visciole (per me Boschetti Alimentare Spa),
zucchero a velo per decorare.
Procedimento: lavorare il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere una crema alla quale aggiungere i semi della bacca di vaniglia e le uova. Continuare a lavorare con la frusta o un cucchiaio per amalgamare bene gli ingredienti. Aggiungere il pizzico di sale e le farine setacciate con il lievito ed il bicarbonato continuando a lavorare l’impasto. Aggiungere per ultimo il latte ed amalgamare bene.

Suddividere il composto ottenuto in 12 stampini di alluminio imburrati ed infarinati (l’impasto non deve superare i due terzi dello stampino).

Completare con un cucchiaino di marmellata di visciole sopra ad ogni muffin.

Cuocere in forno statico già caldo alla temperatura di 160 gradi per 25/30 minuti facendo la prova stecchino per verificare la cottura. Far raffreddare e completare con lo zucchero a velo.

Sbrisolona al fondente

Questa sbrisolona alternativa è nata per caso. Metà pomeriggio, le bambine tranquille a giocare ed io che avverto un languorino, ci vuole qualcosa di goloso per far passare il buco nello stomaco.. si sa che il cioccolato, per me esclusivamente fondente, risolve tutti i problemi anche i più difficili, così nel preparare la sbrisolona ho assaggiato qua e là e mi sono sentita in pace con il mondo.
Si tratta di un dolce glutenfree perché fatto con farina di riso e farina di mais di Storo che ho acquistato in Trentino. Qui in Veneto si usa accompagnare la sbrisolona (spezzettata rigorosamente con le mani) con della grappa o dell’amarone della Valpolicella.
Ecco gli ingredienti per una tortiera del diametro di 24/26 cm:
150 gr di farina di riso
150 gr di farina di mais di Storo
130 gr di burro morbido
180 gr di zucchero
1 uovo
100 gr di mandorle con la pellicina
50 gr di cioccolato fondente al 70%
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
mezzo bicchierino di grappa o di rum
Procedimento: iniziare togliendo il burro dal frigo e tagliandolo a cubetti deve diventare morbido. In una terrina mettere lo zucchero e l’uovo ed iniziare a mescolare, aggiungere il burro morbido continuando a mescolare. Mettere le farine, il pizzico di sale, la bustina di vanillina ed il liquore scelto, rum o grappa ed il lievito. Continuare a mescolare, si deve ottenere un composto in briciole. Aggiungiamo per ultimi il cioccolato tritato al coltello in maniera grossolana e 70 gr di mandorle tritate finemente.

Ecco gli ingredienti della sbrisolona…

Amalgamare gli ingredienti mescolando bene.

Quanto mi piace il colore di questi ingredienti!

Trasferire il composto nella tortiera imburrata ed infarinata oppure rivestita di carta forno compattando l’impasto con le mani e completare con i 30 grammi di mandorle intere.

Pronta per la cottura in forno!

Cuocere la tort in forno statico già caldo, alla temperatura di 170 gradi per 30/35 minuti. Servire spezzettando la torta con le mani.

Che profumo di mandorle e cioccolato!

Torta delle rose con marmellata di mandarini e gocce di cioccolato

La primavera sembra proprio non voler arrivare quest’anno! Siamo già a maggio e a casa la sera tocca ancora accendere i termosifoni. Questa è la temperatura giusta per impastare, cosa che non mi spiace affatto. Oggi è la volta della torta di rose con marmellata di mandarini Boschetti e gocce di cioccolato. Non è troppo dolce proprio come piace a noi.

Ingredienti per uno stampo da 20/22 cm di diametro:
350 gr di farina infibra 1 (in alternativa farina 1 o farina 0)
105 gr di lievito madre rinfrescato ( oppure mezzo cubetto di lievito fresco)
3 tuorli d’uovo,
20 gr di zucchero di canna,
30 gr di olio evo,
150 gr di latte intero,
la buccia grattugiata di un limone bio,
un pizzico di sale,
150 gr di marmellata di mandarini Boschetti Alimentare S.p.A.,
50 gr di gocce di cioccolato fondente,
zucchero a velo per decorare.
Procedimento: tritare la buccia del limone lavata ed asciugata assieme allo zucchero di canna fino a renderli polvere, aggiungere il latte e sciogliere il lievito madre, aggiungere i tuorli d’uovo ed in sequenza l’olio evo, la farina ed il pizzico di sale impastando fino ad ottenere un panetto da mettere coperto, a temperatura ambiente  a riposare fino almeno al raddoppio, avendo tempo a disposizione per tutta la notte.

Ecco come si presenta l’impasto dopo la prima lievitazione…

Lavorare l’impasto lievitato con l’aiuto di un po’ di farina e del matterello ottenendo un rettangolo da coprire con la marmellata (lasciando libero il bordo) e con le gocce di cioccolato.

Stendiamo la marmellata e copriamo con il cioccolato…

Arrotolate il rettangolo partendo dal lato lungo e tagliare il rotolo ottenuto in pezzetti della stessa misura. Posizionare le rose ottenute nello stampo rivestito di carta forno e far lievitare nuovamente coperto da uno strofinaccio per un’oretta.

Pronta per la cottura in forno…


Cuocere per 30/35 minuti in forno caldo alla temperatura di 180 gradi. Se la torta dovesse scurire troppo coprire con la stagnola per gli ultimi 10 minuti di cottura. Far raffreddare e coprire con lo zucchero a velo

Torta delle rose pronta per essere gustata!


Crostini rustici alle noci, mascarpone e salsa senapata ai fichi

Passione lievitati, chi mi conosce sa che impasto tutte le settimane usando il mio lievito madre. Oggi è la volta di un pane rustico di farina 2 tagliato a bocconcini e coperto di mascarpone e salsa senapata ai fichi. Ecco di seguito la ricetta.
Ingredienti:

150 gr di lievito madre rinfrescato (oppure mezza bustina di lievito di birra),
450 gr di farina tipo 2,
300 ml di acqua,
1 cucchiaino di malto di riso,
mezzo cucchiaino di sale,
50 gr di noci,
100 gr di mascarpone,
salsa senapata ai fichi.
Procedimento: sciogliere il lievito madre oppure il lievito di birra in granuli nell’acqua ed aggiungere il malto di riso. Proseguire aggiungendo la farina ed il sale.

Mescoliamo bene gli ingredienti del nostro pane…

Mescolare bene per amalgamare gli ingredienti ed aggiungere le noci tritate.Proseguire impastando a mano sul piano di lavoro, ci vorranno circa 10 minuti. Volendo si può impastare anche con l’impastatrice.

Impasto pronto per la lievitazione…

Mettere il pane ottenuto a riposare coperto da correnti d’aria fino al raddoppio. Trascorsa la lievitazione riprendere l’impasto e dargli la forma di pagnotta oppure di filone. Trasferire sulla placca forno coperta di carta forno e lasciar nuovamente lievitare per un’ora e mezza. Cuocere il forno caldo alla temperatura di 180 gradi in modalità statico per circa 35/40 minuti. Lasciar raffreddare il pane, affettare con un coltello seghettato, spalmare un cucchiaino di mascarpone su ogni bocconcino e completare con la salsa senapata ai fichi.

Corstini pronti per essere gustati…


Risotto con ortiche e pancetta

Oggi ho provato per la prima volta il risotto all’ortica, con le bimbe siamo state nel campo dietro casa munite di sacchetto forbice e guanti alla ricerca di ortiche. Abbiamo scelto le più tenere e preparare il risotto con qualcosa di raccolto con le nostri mani è stata una bella soddisfazione.
Ricetta per 4 persone:
320 gr di Riso Carnaroli,
mezza cipolla rossa,
100 gr di foglie di ortica,
90 gr di pancetta affumicata a dadini,
qualche cucchiaio di olio evo,
mezzo bicchiere di vino bianco secco,
1 lt di brodo vegetale,
1 noce di burro,
50 gr di grana padano stagionato grattugiato.
Procedimento: sbollentare per qualche minuto le foglie di ortica ben lavate, scolarle e farle raffreddare. Nel frattempo in una casseruola stufare la cipolla tagliata a dadini assieme all’olio extra vergine di oliva, aggiungere la pancetta affumicata a dadini e le foglie di ortica strizzate e tagliate finemente.

Ortiche e pancetta ad insaporire…

Mescolare e far cuocere per qualche minuto. Tostare il riso assieme alla pancetta e alle ortiche e sfumare con il vino bianco.

Facciamo tostare il riso…

Aggiungere il brodo vegetale caldo portando il risotto a cottura. Mantecare con la noce di burro e il grana padano grattugiato. Impiattare e servire. Buon appetito!

Ecco pronto il risotto per l’assaggio…


Pane integrale cotto al fornetto

Fare il pane in casa è magico, ci vuole del tempo per prepararlo, questo non si discute però selezionare con cura gli ingredienti da usare, lavorarli a mano oppure con l’aiuto di un’impastatrice, attendere con pazienza la lievitazione… pura magia. Su Instagram ho scoperto parecchie persone che lo fanno in casa periodicamente e questa cosa mi piace un sacco. Il pane di oggi, data la forma è ottimo da imbottire con dei salumi oppure da tostare per farlo diventare delle ottime fette biscottate perfette per la colazione. Ingredienti:
550 gr di farina integrale,
200 gr di lievito madre rinfrescato (oppure un cubetto di lievito fresco),
100 gr di latte intero,
100 gr di acqua,
100 gr di olio evo,
80 gr di zucchero di canna,
un pizzico di sale,
una manciata di fiocchi d’orzo.
Procedimento: intiepidire il latte e sciogliere il lievito madre (oppure il cubetto di lievito) aggiungendo 100 gr di farina ed un cucchiaio di zucchero. Mescolare un po’ e lasciare riposare coperto per mezz’ora. Trascorsi i 30 minuti aggiungere l’ acqua, la restante farina, l’olio ed iniziare a mescolare per amalgamare gli ingredienti. Aggiungere il sale e trasferire l’impasto sul piano da lavoro impastando energicamente per una decina di minuti, eventualmente si può usare un’impastatrice anziché impastare a mano. Far lievitare l’impasto coperto al caldo fino al raddoppio, ci vorranno almeno 3/4 ore.

Adoro veder lievitare il pane…

Sgonfiare e stendere con un matterello, dividere l’impasto in due, formare due filoncini da intrecciare uno con l’altro congiungendo le due estremità.

Stendiamo l’impasto e lo dividiamo in due.

Posizionare nello stampo oliato (io ho usato il fornetto Versilia ma andrà bene uno stampo da forno a forma di ciambella oppure di plumcake in precedenza e far lievitare nuovamente per 30 minuti.

Pronta per essere infornata…

Bagnare la superficie della ciambella con del latte e cospargere con i fiocchi d’orzo. Cuocere per 30/35 minuti sia sul fornello nel fornetto a fuoco medio basso, oppure nel forno pre riscaldato alla temperatura di 180 gradi.

Finalmente il nostro pane integrale è cotto!

Se volete le fette biscottate lasciar raffreddare completamente prima di tagliare il pane a fette dello spessore desiderato che andranno poi passate in forno ventilato a 160 gradi per una decina di minuti. Così tostate si conserveranno per parecchi giorni in un sacchetto o in una scatola di latta.

Risotto con fave e pancetta

Ora che le fave iniziano ad essere di stagione è il momento giusto per preparare un buon risotto. L’abbinamento fave e pancetta è molto goloso. Le fave son un legume poco usato al nord ma negli ultimi anni è più facile trovarle sui banchi del mercato o sugli scaffali del super. Si possono consumare crude , se i bacelli sono ancora teneri, assieme a salame o formaggio oppure cotte in minestroni o zuppe. Questa ricetta si può trovare anche su www.risotto.us il portale del riso italiano.
Ingredienti per 4 persone:
320 gr di Riso Carnaroli (per me dell’azienda Il Buon Riso),
200 gr di fave fresche,
1 cipolla bianca,
100 gr di pancetta,
mezzo bicchiere di vino bianco secco,
1 litro di brodo vegetale,
olio evo q.b.,
grana padano stagionato grattugiato q.b.,
sale q.b.,
una noce di burro per la mantecatura.
Procedimento:sbollentare le fave fresche per qualche minuto in modo da togliere la pellicina che potrebbe risultare un po’ amara. In una casseruola soffriggere la cipolla tagliata finemente con 3 cucchiai di olio evo ed aggiungere le fave.

Cuocere per 5/6 minuti mescolando spesso ed aggiungere il riso per la tostatura.Sfumare con il vino ed aggiungere il brodo vegetale caldo mano a mano che si asciuga. Poco prima che il riso sia arrivato a cottura regolare di sale. Cuocere in una padella a parte senza aggiungere condimento la pancetta fino a farla diventare croccante.

Spegnere il riso mantecando con una noce di burro ed il formaggio grattugiato. Impiattare completando con la pancetta croccante.

Girelle con zucchine grigliate, mortadella e monte veronese

Questa è la prima volta che utilizzo la mortadella in una ricetta. L’acquisto di rado a dir il vero, in effetti faceva parte di un premio di una camminata domenicale dei marciatori veronesi. Vicina alla scadenza, oggi ho pensato bene di farci delle girelle salate, ottime come aperitivo o come secondo piatto a seconda delle esigenze.
Ricetta per 8 girelle:
un rotolo di pasta sfoglia rettangolare (io ho usato un rotolo di sfoglia integrale rotondo della Buitoni);
due zucchine grigliate:
100 gr di formaggio di media stagionatura (io ho usato un monte veronese);
100 gr di mortadella in un’unica pezzo;
sale q.b.;
prezzemolo o basilico tritato.
Procedimento: srotolare il rotolo di pasta sfoglia lasciando alla base la carta che servirà per la cottura. Rivestire la pasta sfoglia con le fette di zucchine grigliate.

Partiamo con la farcitura…

Salare poco poco, soprattutto se si usa un formaggio abbastanza saporito, cospargere con le erbe tre tritate, coprire con il formaggio 🧀 tritato finemente, io ho usato il Bimby per 6/7 secondi a velocità 6 e completare con la mortadella tritate finemente.

Sfoglia farcita pronta per essere arrotolata…

Arrotolare la pasta sfoglia su se stessa, ottenendo uno strudel. Tagliare a fette di tre cm circa.

Lo strudel che diventa girelle…

Posizionare le girelle sulla placca forno rivestita di carta, con il ripieno a vista.

Pronte per la cottura in forno…

Cuocere in forno ventilato già caldo, alla temperatura di 160 gradi per circa 18/20 minuti.

Pronte per essere gustate!


Maccheroncini Armando De Angelis con capesante pomodorini e zucchine grigliate

Basta che si alzi un po’ la temperatura che a casa mi richiedono la pasta con il pesce. Oggi è la volta delle capesante che assieme alle zucchine grigliate e ai pomodorini datterini hanno dato vita ad un sughetto saporito e colorato. Il tempo di cottura della pasta fresca, 2/3 minuti per l’esattezza ed il piatto era in tavola.
Ricetta per 4 persone:
2 confezioni di maccheroncini freschi Armando De Angelis
500 gr di capesante surgelate
2 zucchine grigliate
200 gr di pomodorini datterini
olio evo q.b.
sale q.b.
uno spicchio d’aglio
prezzemolo fresco tritato
peperoncino tritato, mezzo bicchiere di vino bianco secco
Procedimento: far scongelare le capesante in uno scolapasta, ci vorranno un paio d’ore. In una casseruola grande a sufficienza per far saltare la pasta, scaldare 4 cucchiai di olio evo ed lo spicchio d’aglio. Versare i pomodorini datterini lavati e tagliati a metà, far insaporire mescolando salare aggiungere un po’ di peperoncino tritato. Cuocere per 7/8 minuti a fuoco medio basso mescolando di tanto in tanto. Trascorsi gli 8 minuti aggiungere le capesante scongelate e tagliate a pezzettini alzando un po’ il fuoco e facendo sfumare con il vino.

Capesante e pomodorini sfumati con il vino…

Aggiungere nella casseruola le zucchine grigliate e tagliate a pezzettini.

Cuocere i maccheroncini Armando De Angelis per 2/3 minuti in acqua bollente salata.

Sughetto pronto, ora cuociamo i maccheroncini…

Scolare la pasta e trasferirla nella casseruola ad insaporire con il sugo. Completare con il prezzemolo fresco tritato e servire. Buon appetito!

Ecco i maccheroncini pronti per essere serviti!