Category

Antipasti

Crackers glutenfree alla cipolla

Questa ricetta nasce dall’esigenza di creare un piatto che avesse come ingredienti la farina di riso e le cipolle, cercando sul web ho trovato dei crackers alla cipolla che mi hanno incuriosito e ho preso spunto per questo goloso aperitivo. Li ho serviti con dell’ottima salsa senapata ai peperoni di boschetti alimentare http://www.boschetti1891.it monte veronese a media stagionatura e un buon bardolino chiaretto fresco.
Ecco la ricetta per circa 40 crackers di piccole dimensioni:
260 gr di farina ( io ho usato 100 gr di farina di riso, 50 gr di farina di grano saraceno, 50 di amaranto e 60 gr di farina di ceci)
5 cucchiai di olio extra vergine di oliva,
30 gr di semi di sesamo dorati,
mezzo bicchiere circa di acqua gasata,
sale, pepe q.b,
un uovo,
mezza cipolla tritata.

Procedimento: In una terrina versiamo le farine e i semi di sesamo.

Mescoliamo con un cucchiaio, creando un buco al centro nel quale versiamo i 5 cucchiai di olio extra vergine di oliva, il sale, il pepe e misceliamo grossolanamente, aggiungiamo l’uovo e l’acqua gasata, la quantità dipende dalle farine usate, a me ne sono serviti circa 200 ml, dobbiamo ottenere un impasto non troppo appiccicoso.

Per ultima aggiungiamo la cipolla tritata a cubetti fini fini, io ho usato una cipolla novella.

Trasferiamo l’impasto sul piano di lavoro e facciamo una palla che faremo riposare coperta nella pellicola per mezz’ora. Trascorso il tempo di riposo, stendiamo l’impasto con l’aiuto di un mattarello e se serve un po’ di farina di riso, ritagliamo i crackers con uno o più stampini di forme diverse, io li ho bucherellati con una forchetta.

Cuociamo per 18/20 minuti in forno statico già caldo a 170/180 gradi. Serviamo con formaggio semi stagionato e della salsa senapata ai peperoni.

Dimenticavo, noi li abbiamo accompagnati a del bardolino chiaretto fresco!

Plumcake con porri, robiola, zafferano e pancetta

In passato ho usato raramente i porri, non so dire di preciso il perché. Da qualche anno però li acquisto spesso quando finisco le scorte di quelli dell’orto che congelo a rondelle. Si possono usare in tante ricette, dalle più semplici e scontate come il minestrone o la zuppa, alle più particolari come il plumcake salato che ho preparato oggi. È risultato profumato e delicato. Come sempre un occhio di riguardo all’uso delle farine che possono essere variate in base a quello che avete in dispensa, il risultato sarà comunque ottimo. La farina di farro, acquistata al molino Bertolini di Caprino Veronese, mentre la farina di riso è di Melotti http://www.melotti.it Merita assolutamente di essere provato.

Ecco la ricetta per un uno stampo da 26 cm:
1 porro (circa 150 gr),
2 uova,
100 gr di farina di riso (io ho usato farina della riseria Melotti),
100 gr di farina di farro integrale,
180 gr di robiola,
150 ml di latte intero,
2 cucchiai 🥄 di grana padano stagionato grattugiato,
50 gr di pancetta,
2 cucchiai di olio evo,
sale e pepe q.b.,
noce moscata grattugiata a piacere, qualche pistillo di zafferano,
mezza bustina di lievito per torte,
un pizzico di bicarbonato.
Procedimento: lavare, tagliare il porro a rondelle e farlo stufare in una casseruola assieme all’olio extra vergine d’oliva mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungere, se serve, poca acqua regolando di sale e portando a cottura, ci vorranno circa 15 minuti.

Nel frattempo sbattere le uova con il latte, i pistilli dello zafferano, la robiola, il sale, il pepe, la noce moscata e il formaggio grattugiato. Aggiungere le farine setacciate assieme al lievito ed il bicarbonato. Mescolare bene e aggiungere la pancetta a cubetti e metà dei porri cotti.

Rivestire uno stampo da plumcake con della carta forno e versare l’impasto. Completare la superficie del plumcake con i porri rimasti.

Cuocere in forno caldo modalità statica a 180 gradi per 45 minuti. Fare la prova stecchino per verificare la cottura.

Inviato da iPhone

Panettone gastronomico homemade

Idea perfetta per le festività e non solo. Perfetto come antipasto, ottimo da presentare per un pranzo o una cena con gli amici. Preparato in casa è ancora più buono, un po’ lunga la preparazione ma vale la pena provare a farlo visto il risultato. Tre farciture diverse per il mio panettone gastronomico, la prima con Philadelphia, tonno, pomodori secchi sott’olio e rucola, la seconda con salsa ai funghi e prosciutto cotto e l’ultima ancor più golosa con mascarpone, prosciutto crudo e mostarda di mele cotogne.
Ecco la ricetta per un panettone gastronomico del peso di circa un kg:
450 grammi di farina forte (io ho usato una farina tipo 1 infibra),
180 gr di lievito madre rinfrescato (oppure mezza bustina di lievito di birra in granuli)
1 cucchiaino di miele,
2 uova,
80 gr di latte a temperatura ambiente,
75 gr di acqua a temperatura ambiente,
90 gr di burro morbido,
1 cucchiaino di sale,
50 gr di zucchero.
Per la farcitura:
100 gr di Philadelphia,
50 gr di tonno sott’olio,
pomodorini sott’olio,
una manciata di rucola,
100 gr di prosciutto cotto,
qualche cucchiaio di salsa ai funghi,
100 gr di mascarpone,
100 gr di prosciutto crudo,
qualche cucchiaio di mostarda di mele cotogne Boschetti Alimentare Spa.
Procedimento: nell’impastatrice sciogliere il lievito madre con il latte e l’acqua a temperatura ambiente aggiungendo il cucchiaino di miele. Proseguire inserendo la farina e azionando l’impastatrice aggiungere le uova, lo zucchero, il sale e per ultimo il burro morbido a tocchetti avendo l’accortezza di farlo amalgamare bene al resto degli ingredienti. Lavorare un po’ a mano l’impasto e trasferirlo in un contenitore a lievitare fino al raddoppio, io l’ho fatto lievitare una notte intera.

Prima lievitazione completata.

Raggiunto il raddoppio procedere lavorando ancora per qualche minuto sul piano di lavoro e trasferire nell’apposito stampo in carta. Coprire con pellicola trasparente e far lievitare in forno con luce accesa per un paio di ore. Portare il forno alla temperatura di 180 gradi e pennellare la calotta del panettone con del tuorlo d’uovo o del latte.

Pennellato con il tuorlo d’uovo… via in forno!

Cuocere per circa 40/45 minuti in modalità statica deve aver un bel colore dorato. Far raffreddare perfettamente avendo tempo a disposizione anche tutta la notte.

Eccolo dopo il riposo terminata la cottura.

Togliere la carta dal panettone, togliere la calotta che servirà da copertura e tagliare il panettone a fette orizzontali in numero pari. Farcire secondo il vostro gusto la base del panettone e coprire con la seconda fetta. Tagliare i due dischi in 4 parti e posizionare sul piatto di portata. Appoggiare la terza fetta, farcirla e posizionare la quarta procedendo così fino a completare con la cupola.

Taglio e farcitura del panettone gastronomico.

Far riposare in frigo avvolto nella pellicola fono al momento di servire decorando la superficie a piacere.

Pronto da gustare!

Pan brioche salato agli spinaci

Questo pan brioche è fantastico! Morbido (è rimasto soffice per alcuni giorni) profumato ( non di spinaci) e con un colore stupendo! Sarà perfetto sulle nostre tavole delle feste oramai vicine…

Ingredienti per un pan brioche:
250 gr di farina tipo 1 del Miracolo di Molino Grassi
250 gr di farina Manitoba Molino Grassi,
2 uova,
150 gr di spinaci cotti e ben strizzati,
2 uova,
100 gr di burro,
50 gr di zucchero,
mezzo cucchiaino di sale,
100 ml di latte,
180 gr di lievito madre rinfrescato (oppure mezza bustina di lievito di birra in granuli),
dell’uovo sbattuto e del latte per pennellare,
caciotta della lessinia al tartufo,
mostarda agli ortaggi Boschetti Alimentare.

Procedimento: strizzare molto bene gli spinaci per far perdere l’acqua, tritarli al coltello oppure nel mixer molto finemente. Nell’impastatrice oppure in una terrina capiente mettere il latte tiepido, far sciogliere il lievito di birra o lievito madre, aggiungere le farine, lo zucchero, le uova e mescolare bene. Ora è il momento di aggiungere gli spinaci tritati e il burro morbido a tocchetti avendo l’accortezza di farlo assorbire bene all’impasto mano a mano che si aggiunge e per ultimo il sale. Trasferire sul piano di lavoro, dando la forma di una palla all’impasto che dovrà riposare coperto fino al raddoppio.

Trascorso il tempo di lievitazione riprendere l’impasto, dividerlo in tre parti da intrecciare tra di loro.

Trasferire la treccia nel fornetto Versilia per la cottura sul fornello come ho fatto io oppure in uno stampo da forno a ciambella. Lasciare lievitare un’ora, pennellare la superficie con uovo sbattuto è un po’ di latte, volendo si può cospargere di semi.

Cuocere alla temperatura di 170 gradi per 30/35 minuti in forno statico oppure come ho fatto io sul fornello a fiamma media per lo stesso tempo.

Una volta cotto far raffreddare, servire tagliato a fette con la caciotta e la mostarda di ortaggi.

Muffin salati alla zucca, broccolo e Monte Veronese

Sbucciare la zucca è una scocciatura! Avendo però un po’ di tempo a disposizione si può fare! E’ un frutto di diverse piante appartenenti alla famiglia delle cucurbitaceae. E’ davvero versatile! Quando la apro, dopo averla lavata, una parte la faccio a cubetti e la congelo da usare per il risotto, un’altra parte a pezzettoni anche lei il freezer per minestroni e vellutate, la restante invece la cuocio al forno e la uso per un sacco di altre ricette. Oggi ho preparato dei muffin salati, molto morbidi. Ho aggiunto del broccolo 🥦 bollito (sostituibile con qualsiasi altra verdura cotta tipo zucchine o melanzane)ripassato con olio al peperoncino, del Monte Veronese stagionato a cubetti e dei semi di zucca. E’ proprio una bella ricetta vegetariana..Perfetti per l’aperitivo, una merenda, per il brunch. Farciti con del prosciutto, accompagnati a delle verdure cotte o consumati così.
Ricetta per 9 muffin:
200 gr di zucca cotta al forno,
2 uova,
200 gr di farina (io ho usato 150 gr di farina 1 e 50 gr di farina 2),
75 ml di latte,
75 ml di olio di semi,
sale, pepe e noce moscata q.b.
30 gr di grana padano stagionato grattugiato,
50 gr di monte veronese stagionato,
100 gr di broccolo bollito o cotto al vapore,
mezza bustina di lievito,
un pizzico di bicarbonato,
semi di zucca per completare.
Procedimento: frullare al mixer la zucca cotta al forno e fatta precedentemente raffreddare.

Aggiungere l’olio di semi ed il latte, mescolare bene ottenendo una crema. Aggiungere le uova ed il grana padano grattugiato e mescolare ancora. Ora è il momento di unire le polvere setacciate (farina, bicarbonato, sale, pepe, noce moscata e lievito) azionare il mixer per qualche secondo.

Impasto pronto per essere suddiviso nei pirottini.

Suddividere l’impasto nei 9 pirottini evitando di riempirli troppo.

Muffin salati pronti per essere decorati.

Completare con un cubetto di monte veronese o altro formaggio stagionato, i broccoli cotti al vapore ( i miei conditi con sale e olio al peperoncino) e qualche seme di zucca.

Via in forno!

Cuocere nella parte centrale del forno già caldo (statico) alla temperatura di 180 gradi per circa 30/35 minuti. Buon appetito!

Che profumo goloso!

Girelle con zucchine grigliate, mortadella e monte veronese

Questa è la prima volta che utilizzo la mortadella in una ricetta. L’acquisto di rado a dir il vero, in effetti faceva parte di un premio di una camminata domenicale dei marciatori veronesi. Vicina alla scadenza, oggi ho pensato bene di farci delle girelle salate, ottime come aperitivo o come secondo piatto a seconda delle esigenze.
Ricetta per 8 girelle:
un rotolo di pasta sfoglia rettangolare (io ho usato un rotolo di sfoglia integrale rotondo della Buitoni);
due zucchine grigliate:
100 gr di formaggio di media stagionatura (io ho usato un monte veronese);
100 gr di mortadella in un’unica pezzo;
sale q.b.;
prezzemolo o basilico tritato.
Procedimento: srotolare il rotolo di pasta sfoglia lasciando alla base la carta che servirà per la cottura. Rivestire la pasta sfoglia con le fette di zucchine grigliate.

Partiamo con la farcitura…

Salare poco poco, soprattutto se si usa un formaggio abbastanza saporito, cospargere con le erbe tre tritate, coprire con il formaggio ? tritato finemente, io ho usato il Bimby per 6/7 secondi a velocità 6 e completare con la mortadella tritate finemente.

Sfoglia farcita pronta per essere arrotolata…

Arrotolare la pasta sfoglia su se stessa, ottenendo uno strudel. Tagliare a fette di tre cm circa.

Lo strudel che diventa girelle…

Posizionare le girelle sulla placca forno rivestita di carta, con il ripieno a vista.

Pronte per la cottura in forno…

Cuocere in forno ventilato già caldo, alla temperatura di 160 gradi per circa 18/20 minuti.

Pronte per essere gustate!


Sfoglia con pere, gorgonzola mostarda e nocciole

Sarò forse ripetitiva ma quanto è comodo avere in frigo la pasta sfoglia? In qualche minuto farcita a dovere, salata o dolce che sia, se ne va diretta in forno per la cottura di mezz’ora al massimo per la gioia di grandi e piccini!In questo caso a gioire è stato mio marito che adora il gorgonzola, io un po’ meno però il risultato è stato davvero goloso.
Ingredienti per la torta salata:
un rotolo di pasta sfoglia del banco frigo
2 pere kaiser biologiche
100 gr di gorgonzola dolce o erborinato
50 gr di mostarda di pere candite al miele ? della Boschetti Alimentare
50 gr di nocciole tostate.
Procedimento:Lavare, asciugare e tagliare le pere a fettine sottili mantenendo la buccia. Srotolare la pasta sfoglia e sistemarla nella tortiera lasciando la carta forno alla base, bucherellare e disporre le fettine di pera se utilizzate uno stampo rotondo a mo’ di raggiera.

Ecco la versione nello stampo tondo…

Se invece lo stampo è quadrato o rettangolare disporle in fila.

Questa invece è la versione nello stampo quadrato…

Tagliare il gorgonzola a tocchetti e distribuirlo sulle pere. Aggiungere la mostarda di pere tagliata a cubetti e completare con le nocciole tritate al coltello. Avvolgere il bordo della sfoglia su se stesso per ottenere una cornice. Cuocere in forno già caldo alla modalità ventilato a 160 gradi per 30/35 minuti. Terminata la cottura far raffreddare e gustare tiepida. E’ ancora più buona dopo qualche ora di riposo a temperatura ambiente.

Eccola cotta… Non è golosa?

Sfogliette con salsa senapata alle cipolle rosse, pecorino e maggiorana

Oggi prepariamo un antipasto veloce e goloso! Con la pasta sfoglia del banco frigo di solito preparo le pizzette, minimo sforzo e massima resa! Basta cambiare gli ingredienti della farcitura per avere un antipasto goloso ed insolito. In questo caso ho usato la salsa senapata alle cipolle rosse della Boschetti Alimentare e l’ho abbinata ad un pecorino stagionato al pepe decorando con foglioline di maggiorana fresca.

Ingredienti per 24 sfogliette:
un rotolo di pasta sfoglia rettangolare,
una confezione di salsa senapata alle cipolle rosse,
50 gr di pecorino stagionato al pepe,
maggiorana fresca.
Procedimento: srotolare la pasta sfoglia e tagliarla in 6 strisce dal lato lungo che verranno poi tagliate in 4 sfogliette. Disporle sulla placca forno rivestita di carta.

Farcire con un cucchiaino scarso di senapata alle cipolle ogni sfoglietta.

Con una mandolina ricavare dal pecorino dei petali di formaggio che vanno posizionati sopra la salsa senapata avendo cura di conservare qualche petalo di formaggio per la decorazione finale. Cuocere le sfogliette in forno caldo a 180 gradi in modalità ventilata per 10/12 minuti. Sfornare le sfogliette, lasciarle intiepidire, completare con i petali rimasti e le foglioline di maggiorana lavate ed asciugate.

Abbiamo abbinato al nostro aperitivo un vino rosato spumante brut della Cantina Poggio delle Grazie!

Croissant con cotto, formaggio e mostarda di pere

Hai ospiti improvvisi a cena e vuoi preparare un antipastino veloce e goloso? Questa è la ricetta giusta per te! Normalmente in frigo la pasta sfoglia non manca mai e grazie alla sua versatilità in pochissimo tempo porterete in tavola un antipasto molto goloso. Per renderli diversi dal classico ripieno un po’ scontato ho aggiunto al prosciutto e al formaggio della buonissima mostarda di pere candite con miele italiano della Boschetti 1891. Non nascondo che noi le abbiamo assaggiate a merenda ancora calde appena sfornate. Detto – fatto questa è la ricetta.
Ingredienti per 8 croissant salati:
una pasta sfoglia tonda del banco frigo
50 gr di formaggio semi stagionato
50 gr di prosciutto cotto a dadini
50 gr di mostarda di pere candite Boschetti Alimentare
un uovo
semi di sesamo per decorare


Procedimento: Stendere la pasta sfoglia tonda e con la rotella dividerla in quattro parti facendo un taglio a croce sul cerchio suddividendo ogni spicchio in due ottenendone 8 totali. Sistemare alla base di ogni croissant un po’ di formaggio tagliato a bastoncini, qualche cubetto di prosciutto cotto e della mostarda di pere tagliata a fettine sottili.

Arrotolare il cornetto partendo dalla parte larga fino alla fine, piegando ed arrotolando leggermente gli angoli del croissant verso l’interno per dare la caratteristica forma del cornetto. Poggiare sulla placca forno coperta di carta e spennellare la superficie con l’uovo sbattuto. Terminare con i semi di sesamo.

Cuocere i croissant per 15/20 minuti in forno ventilato a 180 gradi. Buon aperitivo a tutti!

Gamberi in salsa rosa

Classico antipasto dei menù natalizi sono i gamberi ? in salsa rosa molto carini serviti in coppetta mono porzione e si possono preparare con anticipo per farli riposare in frigo fino al momento in cui verranno serviti. Ovviamente sono perfetti anche se preparati in altri periodi dell’anno, nei menù di pesce non possono assolutamente mancare. Al contrario di quello che si pensa sono molto veloci da preparare soprattutto se si usano alcuni accorgimenti, utilizzando la maionese pronta e le code di gambero congelate, ovviamente avendo a disposizione più tempo facendo in casa la maionese il gusto sicuramente ne guadagnerà!
Ingredienti per 8 coppette mono porzione:
mezzo kg di code di gambero surgelate
200 gr di maionese
2 cucchiai di ketchup
1 cucchiaio di salsa worcester
1 cucchiaio di senape dolce
sale a pepe q.b.
qualche foglia di insalata o radicchio
Procedimento: fate scongelare i gamberi in un cola pasta, una volta scongelati sciacquateli bene e lasciateli scolare. In una terrina mettete la maionese, il ketchup, la senape, la salsa Worcester.

 

 

 

 

 

 

 

Mescolate bene per far amalgamare gli ingredienti,  assaggiate ed aggiungete il sale.

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel frattempo, in una casseruola fate bollire dell’acqua, al raggiungimento del bollore versate i gamberi scolati e fateli cuocere per 3/4 minuti. Scolate, fate raffreddare e togliete il pezzo di carapace della codina. Nel frattempo lavate le foglie di insalata, io ho usato della lattuga e del radicchio di Treviso, fate sgocciolare e spezzettate le foglie in modo che siano di piccole medie dimensioni. Posizionate delle coppette due/tre foglie di insalata e/o radicchio.

 

 

 

 

 

 

 

 

Suddividete equamente con un cucchiaio la salsa rosa nelle coppette  e disponete le code di gambero, mettendone cinque o sei per coppetta. Completate con del pepe macinato al momento. Coprite con pellicola e fate riposare in frigo fino al momento di servire.