Category

Primi Piatti

Cous cous con pollo e verdurine piccanti

Il cous cous a casa lo mangiamo tutti volentieri, la prima volta che l’ ho fatto non sono stata soddisfatta, l’ avevo fatto cuocere troppo, ho capito poi che l’ideale e’ tostarlo in una pentola antiaederente per un paio di minuti, aggiungere l’acqua  o il brodo necessari, coprire e spegnere il fuoco. Trascorsi un po’ di minuti lo sgrano con con una forchetta e lo condisco con gli ingredienti che ho scelto. Ora che e’ iniziato il caldo via libera ai piatti colorati, veloci da preparare e che si possono mangiare anche a temperatura ambiente senza bisogno di riscaldarli.
Ecco gli ingredienti di questo piatto per 4 persone:
200 gr di cous cous, un petto di pollo
un mazzo di asparagi verdi
un piccolo peperone giallo
un piccolo peperone rosso
uno spicchio d’aglio
olio evo q.b.
sale q.b.
mezzo peperoncino rosso fresco
mezzo cucchiaino di curcuma in polvere
prezzemolo e basilico freschi
brodo vegetale
Procedimento:
Iniziamo lavando e asciugando le verdure che taglieremo a dadini della stessa dimensione. Per gli asparagi, tagliamo la parte dura del gambo e facciamo a pezzetti il resto. In una casseruola con due cucchiai di olio facciamo soffriggere per due minuti l’ aglio (che ho tolto alla fine) e aggiungiamo le verdure a cubetti, il petto di pollo tagliato  a dadini e  mescoliamo, aggiungiamo un pezzettino di peperoncino fresco, ovviamente va a gusti, essendo il piatto destinato anche alle bimbe io ne ho messo poco,il mezzo cucchiaino  di curcuma in polvere e un po’ di sale.

 

 

 

 

 

 

 

 

Copriamo con il coperchio e facciamo cuocere per 7/8 minuti, le verdure devono rimanere croccanti. Ora tostiamo il cous cous in una padella nella quale avremo messo due cucchiai di olio, quando l’olio e’ caldo versiamo il cous cous e mescoliamo con un cucchiaio di legno, come se fosse un risotto.

 

 

 

 

 

 

 

 

Trascorsi un paio di minuti aggiungiamo del brodo vegetale caldo, un bicchiere circa. Copriamo e spegniamo il fuoco. Lasciamo riposare per qualche minuto e poi sgraniamo con una forchetta.

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungiamo alle verdurine il cous cous e mescoliamo bene. Completiamo con del prezzemolo fresco tritato e volendo delle foglie di basilico. Buon appetito!

Farro con verdure grigliate e sgombro

Si avvicina l’ estate e sono sempre alla ricerca di ricette semplici e gustose che si possono mangiare anche a temperatura ambiente. Quella di oggi ha come ingrediente base il farro, cereale antico ritornato negli ultimi anni in uso, in estate ottimo accompagnato da verdure  e ingredienti freschi mentre in inverno perfetto per zuppe e come sostituto della pasta o del riso nelle minestre e nelle zuppe. Ovviamente per questione di tempo  ho usato quello perlato che non ha bisogno di ammollo e la cottura e’ veloce. Le indicazioni sulla confezione consigliavano di cuocere il farro in acqua della quantità doppia rispetto al cereale, a me dava l’ impressione di essere poca e l’ ho quindi aumentata.
Ingredienti per 4 persone:
200 gr di farro perlato
due zucchine di medie dimensioni
un peperone giallo ed uno rosso varieta’ corno
una confezione di sgombro sott’olio
sale e pepe q.b.
olio evo q.b.
qualche foglia di basilico
Procedimento:
Mettiamo il farro in una terrina coperto di acqua fredda e lasciamo in ammollo per mezz’ora, cambiando l’acqua una volta. Nel frattempo laviamo e tagliamo le verdure che griglieremo sulla piastra per pochi minuti in modo che rimangano croccanti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Da cotte le taglieremo a cubetti della stessa dimensione e le condiremo con olio evo, sale ed un po’ di pepe. Sciacquiamo per bene il farro e lo mettiamo in casseruola coperto di acqua fredda, copriamo e facciamo bollire. Saliamo e facciamo cuocere per 20 minuti a partire dal bollore. Scoliamo il farro e  lo passiamo velocemente sotto l’acqua fredda per fermare la cottura.

 

 

 

 

 

 

 

 

Sgoccioliamo lo sgombro e lo spezzettiamo con una forchetta, condiamo il farro con le verdure e lo sgombro e completiamo con qualche fogliolina di basilico lavata e  spezzettata con le mani.

 

 

 

 

 

 

 

 

Buonissima da mangiare a temperatura ambiente, il giorno dopo e’ ancora più buona!

Insalata di orzo con verdure e salmone

Data la stagione, anche se le temperature e la pioggia di oggi non fanno ben sperare, io comincio a pensare alle insalate di riso o di cereali, colorate, semplici, veloci da fare ed ottime anche da mangiare a temperatura ambiente oppure riscaldare il giorno dopo. In questo caso ho aggiunto del salmone  per rendere completo il piatto assieme ad orzo e verdure. Ho usato l’orzo perlato perché molto veloce da preparare, ovviamente l’orzo integrale rispetto al perlato possiede molti più nutrienti però è più complesso da preparare perché deve rimanere  in ammollo parecchie ore e richiede una lunga cottura. Dopo averlo pesato procedo a lavarlo in acqua fredda e scolarlo e poi a cuocerlo in acqua bollente salata per 25 minuti circa.
Ho usato le verdure che avevo in casa, un cipollotto, degli asparagi bianchi e delle  zucchine, il tutto spadellato  per pochi minuti a fuoco vivace così le verdure sono rimaste croccanti. Da provare!
Ingredienti per 3 persone:
210 gr di orzo perlato
due zucchine (150 gr circa)
un cipollotto
10 asparagi bianchi
un peperone rosso (150 gr circa )
olio evo quanto basta
sale quanto basta
prezzemolo fresco tritato
Procedimento: pesiamo e laviamo l’orzo in acqua fredda risciaquandolo un paio di volte, nel frattempo tagliamo il cipollotto sottile sottile e lo facciamo rosolare in un tegame con qualche cucchiaio d’olio.

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungiamo le verdure tagliate a cubetti delle stesse dimensioni e alziamo un po’ la fiamma mescolandole spesso per evitare che si attacchino o brucino.

 

 

 

 

 

 

 

 

Mettiamo a bollire l’ acqua, volendo possiamo mettere nell’acqua della curcuma fresca sbucciata che insaporira’ il nostro orzo. Saliamo l’acqua e quando bolle caliamo l’orzo che faremo cuocere per 25 minuti. Raggiunta la cottura scoliamo e facciamo insaporire nel tegame con le verdure. Ora possiamo aggiungere il salmone spezzettato oppure dello sgombro o del tonno, completiamo con del prezzemolo tritato e buon appetito!

Gnocchi alla romana rivisitati

Venerdì sera mi e’ venuta voglia di gnocchi alla romana, non li faccio spesso perche’ Andrea mio marito non ne va matto dice che non sanno di un gran che, io mi arrabbio sempre perché penso siano buonissimi, sara’ che mi fanno pensare all’ adolescenza dato che li faceva spesso la mamma del mio primo fidanzato!  Detto questo ho pensato che unendo un classico della cucina ad  un sughetto alternativo sarei riuscita a fregare anche mio marito! Così e’ stato… finito il suo piatto mi ha chiesto se ne erano rimasti ancora! Quindi direi che gnocchi alla romana rivisitati vs Andrea 1 a 0….. dimenticavo li ho ritagliati a forma di cuore ️….meglio di così!
Ingredienti per 6 persone( circa due pirofile di medie dimensioni):
1000 gr di latte
250 gr di semolino
20 gr di burro
1 cucchiaino di sale fino
noce moscata
50 gr di grana padano o parmigiano reggiano grattugiato (io ho usato un asiago stravecchio)
2 tuorli d’uovo
100 gr di piselli surgelati
mezza cipolla rossa
2 pomodori secchi sott’ olio
sale q.b
olio evo q.b.
foglioline di salvia per decorare
Procedimento:Per fare gli gnocchi alla romana io ho usato il Bimby, ho fatto bollire il latte a temperatura 100 con velocità 3 per circa 10 minuti, assieme al burro e al cucchiaino di sale. Quando il latte ha iniziato a bollire ho versato dal buco con lame in movimento il semolino ed il formaggio grattugiato, io ho usato un asiago stagionato molto saporito con il quale ho ottenuto un gusto speciale, ovviamente in base ai gusti si può utilizzare un altro formaggio stagionato a piacere. Con l’ apposita spatola ho mescolato per bene il composto. Facciamo cuocere per 7 minuti a velocità 3 e temperatura 90 gradi. Trascorso il tempo necessario alla cottura versiamo il composto ottenuto sulle spianatoia livellandolo per ottenere lo stesso spessore. Lasciamo raffreddare lo strato per una mezz’ora e poi procediamo con uno stampino a formare i nostri gnocchi, io ho usato la forma a cuore,   li disponiamo nella pirofila un po’ sovrapposti. Ora prepariamo il nostro condimento facendo soffriggere la mezza cipolla tagliata molto sottile con due cucchiai di olio evo, trascorsi un paio di minuti aggiungiamo i piselli surgelati, un pizzico di sale e i due pomodori sott’ olio tagliati a striscioline, copriamo e facciamo cuocere per una decina di minuti.

 

 

 

 

 

 

 

Distribuiamo il sughetto di piselli nella pirofila sopra gli gnocchi, aggiungiamo qualche fogliolina di salvia e volendo del formaggio grattugiato. Passiamo in forno caldo a 180 gradi modalità statica per venti minuti. I nostri gnocchi alla romana rivisitati sono pronti per essere gustati caldi caldi… occhio a non scottarvi!

Pasta lenticchie e zucca



Piove da qualche giorno… non eravamo abituati al brutto tempo! Per fortuna oggi non avevo impegni con Alice e quindi tornata da lavoro mi sono infilata la tuta e mi son messa ai fornelli! Pioggia ed umidità qui fa rima con minestroni o zuppa… detto fatto questa sera a cena si mangerà una bella minestra calda con lenticchie e zucca. I legumi non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavola, almeno un giorno a settimana cerco di prepararli. Le lenticchie sono note per il loro elevato potere nutritivo, buona fonte di proteine e carboidrati complessi sono ricche di ferro, fosforo e vitamine soprattutto del gruppo B. Alice ha già assaggiato ed ha detto che e’ sicura piacerà anche a papà!
Ingredienti per 4 persone:
150 gr di lenticchie da ammollare
2 carote
100 gr di porro
una costa di sedano
200 gr di zucca da tagliare a dadini
un po’ di rosmarino
qualche cucchiaio di passata di pomodoro o un po’ di concentrato di pomodoro
brodo vegetale
olio evo q.b.
sale q.b.
80 gr di pasta corta per minestra, io ho usato le lumachine della Molisana
formaggio grattugiato grano padano o parmigiano reggiano
Procedimento: sciacquate le lenticchie che avrete precedentemente messo in ammollo in acqua fredda per un paio di ore e mettetele a scolare. Nel frattempo tritiamo il porro, le carote il sedano e il rosmarino lavati ed asciugati in un mixer.

 

 

 

 

 

 

Mettiamo tre cucchiai di olio in una casseruola e facciamo scaldare, aggiungiamo le verdure tritate e facciamo rosolare qualche minuto. Aggiungiamo le lenticchie e mescoliamo per qualche minuto.

 

 

 

 

 

 

A questo punto aggiungiamo la zucca a dadini, qualche cucchiaio di passata di pomodoro, il sale ed il brodo vegetale oppure acqua calda e dado vegetale. Copriamo, abbassiamo la fiamma e facciamo cuocere per 40 minuti circa, mescolando di tanto in tanto ed aggiungendo ulteriore brodo se si asciugasse troppo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Trascorsi i 40 minuti alziamo la fiamma, buttiamo la pasta e portiamo a cottura, io spengo il fornello quando la pasta e’ ancora un po’ al dente perché la lascio riposare un po’. Prima di servire possiamo aggiungere del formaggio grattugiato e un po’ di olio a crudo. Buon appetito!

 

Zuppetta di ceci e moscardini

Adoriamo il pesce… anche Alice apprezza molto, adora gli spaghetti con le vongole il fritto ed ora che Anna ha compiuto un anno via libera al pesce  anche per lei… possiamo sbizzarrirci alla grande. Così abbiamo provato ad abbinare legumi ai moscardini e mai fu più azzeccato come abbinamento….
Ingredienti per 4 persone
500 gr di moscardini freschi
200 gr di ceci secchi da tenere in ammollo per una notte
un gambo di sedano
due carote
1 cipolla
qualche foglia di alloro
un mazzetto di prezzemolo
olio evo e sale q.b.  qualche cucchiaio di passata di pomodoro.

Procedimento:
Mettiamo i ceci in ammollo in acqua fredda per una notte. Il mattino seguente li sciacquiamo e li facciamo cuocere in abbondante acqua con una carota, mezza cipolla , un po’ di sedano e qualche foglia di alloro. Facciamo cuocere a fuoco medio per circa un’ ora e mezza fino a farli diventare teneri.

 

Tritiamo nel frullatore la carota rimasta con la mezza cipolla e il gambo di sedano. Mettiamo le verdurine tritate in una casseruola con tre cucchiai di olio e le facciamo soffriggere dolcemente.  Trascorso un po’ di tempo aggiungiamo i ceci scolati e facciamo cuocere ancora per qualche minuto.

 

 

Ora  è il momento di aggiungere la passata di pomodoro continuando a mescolare per far insaporire il tutto. A questo punto aggiungiamo i moscardini puliti e lavati precedentemente .

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungiamo un bicchiere d’ acqua e un po’ di sale che va  aggiunto poco alla volta perché i moscardini sono già un po’ salati naturalmente. Facciamo cuocere coperto a fuoco medio per circa 35/40 minuti. A fine cottura aggiungiamo il prezzemolo tritato e facciamo riposare a fornello spento per qualche minuto. Sono ottimi da accompagnare con dei crostini caldi o come abbiamo fatto noi con una bella polentina morbida. E qui… la scarpetta e’ d’obbligo…Dimenticavo.. noi ci abbiamo bevuto assieme anche un bicchiere di vino Lugana!

 

Lasagne al salmone e broccolo e scamorza

Eccomi qui, oggi ho preparato un primo che è stato letteralmente spazzolato dalla famiglia al completo. È nato dall’idea di far mangiare il broccolo anche a mia figlia, si sa che è stagione di broccoli, cavolfiori, broccolo romano… ad esser sincera, semplicemente bollito mi sembra non sappia di un gran che, ma abbinato al salmone affumicato, a della scamorza bianca e ad una buona besciamella il risultato è stato strepitoso.

I broccoli sono ortaggi ricchi di sali minerali, vitamine e fibra ed antiossidanti.Quando li cucino, utilizzo sempre l’ acqua di cottura per preparare un minestrone, o una zuppa. Se invece non e’ prevista la zuppa o la minestra, utilizzo l’ acqua di cottura per dar da bere alle piante di casa o del giardino.

Ecco gli ingredienti per la ricetta per 4 persone:
– Una confezione di pasta in sfoglia Armando De Angelis un broccolo
– 100 gr di salmone affumicato
– Una scamorza bianca
– 50O gr di besciamella

Procedimento:
Laviamo e tagliamo il broccolo a cimette e lo sbollentiamo per 10 minuti, trascorso il tempo lo scoliamo e lasciamo raffreddare, nel frattempo prepariamo la besciamella, io la preparo con il Bimby, ma si può preparare in modo tradizionale oppure usare quella confezionata del supermercato.

 

 

 

 

Tagliamo la scamorza a cubetti e il salmone a striscioline. Ora è il momento di comporre le lasagne, alterniamo uno strato di pasta con un po’ di besciamella, del broccolo, il salmone e dei cubetti di scamorza, così in sequenza fino a terminare gli ingredienti.

 

 

 

 

Mettiamo in forno preriscaldato statico a 180 gradi per circa 30 minuti. Buon appetito!

 

 

 

 

 

Risotto zucca e speck

Da ieri pomeriggio nevica… parecchio anche. Noi non siamo abituati, per pochi cm di neve si blocca la circolazione. Per fortuna prima di pranzo si e’ alzata di un po’ la temperatura così la neve si e’ tramutata in acqua. Avevo in programma per cena di preparare il risotto usando la pentola nuova in terracotta… bisognava inaugurarla. L’ ho lasciata questa notte immersa in acqua fredda come consigliato dalla commessa che me l’ ha venduta e questa sera ho cotto il primo risotto.

Gli ingredienti per 3 persone sono:
– mezza cipolla bianca
– 250 gr di zucca tagliata a cubetti io ho usato la qualità delica
– 150 gr di speck tagliato a cubetti
– qualche cucchiaio d’olio
– mezzo bicchiere di vino bianco per sfumare
– del brodo vegetale caldo (io ho usato acqua bollente e il mio dado vegetale)
– 2 bicchieri di riso (io ho usato vialone nano)
– Rosmarino tritato
– Sale q.b (io non l’ho messo e’ stato sufficiente il dado vegetale)
– grana padano o parmigiano reggiano grattugiato.

Procedimento:
Ho tagliato la cipolla a cubetti e fatta appassire nella pentola di coccio assieme a due cucchiai di olio evo. Ho aggiunto la zucca tagliata a cubetti e lo speck anch’esso a cubetti ed ho lasciato cuocere per una decina di minuti circa, mescolando di tanto in tanto finché non si e’ ammorbidita la zucca. Trascorsi i dieci minuti ho trasferito la zucca e lo speck cotti in un contenitore e ho messo nel tegame di coccio altri due cucchiai di olio.

 

 

 

Ho versato il riso e fatto tostare mescolandolo per due minuti, sfumato con il vino e portato a cottura aggiungendo l’ acqua bollente nella quale ho sciolto il mio dado vegetale. Il vialone nano cuoce in circa 15/17 minuti, trascorsi i 15 minuti, regolare di sale se serve e spegnere il fornello aggiungendo il rosmarino tritato e il grana padano o parmigiano reggiano grattugiato. Mescolare velocemente e servire ben caldo. Buon appetito!