Tagged with

torta salata

Torta pasqualina

Come dice il nome, la torta pasqualina si prepara in questo periodo dell’anno. E’ una torta salata di origine ligure, un guscio di pasta sfoglia fatta di 33 sottilissimi strati e farcita di biete, carciofi, ricotta, altri formaggi e le immancabili uova. Oggi spesso si replica utilizzando la pasta sfoglia pronta, che semplifica e rende veloce la preparazione. Io l’ho preparata usando la pasta matta, impasto spiccio da preparare con una buonissima resa perché è elastica al punto giusto e facile da stendere. Spinaci freschi, ricotta di pecora e uova di galline felici per il mio ripieno.

Ecco gli ingredienti della pasqualina:
300 gr di farina tipo 1,
100 ml di acqua gasata,
50 ml di vino bianco,
50 ml di olio extra vergine di oliva,
un cucchiaino di sale,
250 gr di spinaci freschi cotti,
250 gr di ricotta di pecora,
2 o 3 uova,
sale, pepe e noce moscata q.b.,
grana padano grattugiato q.b.,
pane grattugiato (potrebbe servirne qualche cucchiaio se il ripieno risulta troppo morbido).
Procedimento: prepariamo la pasta matta, utilizzando un frullatore o impastatrice impastiamo gli ingredienti in questa sequenza, acqua, vino, olio evo, farina e sale, lavoriamo l’impasto e mettiamo a riposare per mezz’ora coperto con uno strofinaccio.

Per il ripieno invece, laviamo gli spinaci e li facciamo stufare in una casseruola coperta senza aggiunta di acqua per una decina di minuti, scoliamo, facciamo raffreddare e tritiamo bene.

Sgoccioliamo la ricotta, uniamo gli spinaci, sale, pepe, noce moscata a piacere e del grana padano grattugiato o altro formaggio a piacere.

Dividiamo l’impasto in due parti e stendiamo con il mattarello in due sfoglie sottili, con la prima rivestiamo uno stampo precedentemente oliato o coperto di carta forno, appoggiamo il ripieno creando con il cucchiaio due o tre conche nelle quali sgusciare le uova, io ne ho utilizzato due per uno stampo da 20 cm, con uno stampo più grande andranno bene 3 o 4 uova.

Copriamo con l’altra sfoglia facendo un bel bordo e bucherellando la superficie in qualche punto. Facciamo cuocere in forno già caldo alla temperatura di 170/ 180 gradi per 40/45 minuti.

Buona pasqualina a tutti!

Plumcake con porri, robiola, zafferano e pancetta

In passato ho usato raramente i porri, non so dire di preciso il perché. Da qualche anno però li acquisto spesso quando finisco le scorte di quelli dell’orto che congelo a rondelle. Si possono usare in tante ricette, dalle più semplici e scontate come il minestrone o la zuppa, alle più particolari come il plumcake salato che ho preparato oggi. È risultato profumato e delicato. Come sempre un occhio di riguardo all’uso delle farine che possono essere variate in base a quello che avete in dispensa, il risultato sarà comunque ottimo. La farina di farro, acquistata al molino Bertolini di Caprino Veronese, mentre la farina di riso è di Melotti http://www.melotti.it Merita assolutamente di essere provato.

Ecco la ricetta per un uno stampo da 26 cm:
1 porro (circa 150 gr),
2 uova,
100 gr di farina di riso (io ho usato farina della riseria Melotti),
100 gr di farina di farro integrale,
180 gr di robiola,
150 ml di latte intero,
2 cucchiai 🥄 di grana padano stagionato grattugiato,
50 gr di pancetta,
2 cucchiai di olio evo,
sale e pepe q.b.,
noce moscata grattugiata a piacere, qualche pistillo di zafferano,
mezza bustina di lievito per torte,
un pizzico di bicarbonato.
Procedimento: lavare, tagliare il porro a rondelle e farlo stufare in una casseruola assieme all’olio extra vergine d’oliva mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungere, se serve, poca acqua regolando di sale e portando a cottura, ci vorranno circa 15 minuti.

Nel frattempo sbattere le uova con il latte, i pistilli dello zafferano, la robiola, il sale, il pepe, la noce moscata e il formaggio grattugiato. Aggiungere le farine setacciate assieme al lievito ed il bicarbonato. Mescolare bene e aggiungere la pancetta a cubetti e metà dei porri cotti.

Rivestire uno stampo da plumcake con della carta forno e versare l’impasto. Completare la superficie del plumcake con i porri rimasti.

Cuocere in forno caldo modalità statica a 180 gradi per 45 minuti. Fare la prova stecchino per verificare la cottura.

Inviato da iPhone

Sfoglia salata con broccolo, tonno, mozzarella e sesamo

Tornate da scuola, Alice ci ha raccontato che è oggi la maestra Enrica, in pensione da pochi mesi è stata a trovare i suoi alunni. Credo  che  per Alice sia ciò che è’ stata per me la maestra Stefania, un punto di riferimento importante negli anni della scuola primaria. Entusiasta della visita, mi ha raccontato che la maestra ha visto il blog della mamma ed ha provato le ricette delle torte salate. Così abbiamo pensato di fare una sfoglia salata dedicata a lei. Non sapendo se gli ingredienti le potessero piacere, Alice ha detto:”La maestra Enrica ci parlava sempre del cibo sano e dell’importanza di mangiare la frutta e la verdura, di sicuro le piacerà!”
Detto fatto in 10 minuti la nostra sfoglia salata era in forno, pochi ingredienti ma gustosi:
un rotolo di sfoglia del banco frigo ( per noi Buitoni)
una mozzarella da 125 gr
una scatoletta di tonno sott’olio da 160 gr
200 gr di broccolo cotto
due cucchiai di semi di sesamo ( per me dorati)
Procedimento: Sistemate la pasta sfoglia nello stampo lasciando la carta forno alla base. Bucherellate il fondo con una forchetta e distribuite  il broccolo bollito.

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungete  la mozzarella a cubetti, dopo averla fatta sgocciolare in un colino per qualche minuto, sistemate  il tonno sbriciolato dopo avergli fatto perdere l’olio in eccesso. Non e’ stato necessario aggiungere del sale  data la presenza del tonno sott’olio già abbastanza saporito. Arrotolate la sfoglia su se stessa per creare il bordo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Per ultimo aggiungete i semi di sesamo che sprigioneranno un buon profumino in cottura. Averli inseriti nella torta salata è stata un’ottima idea per farli mangiare ad Alice che non si è nemmeno accorta della presenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

Trasferite la torta salata in forno già caldo alla temperatura di 180 gradi in modalità statica. Ci vorranno circa 35 minuti di cottura, controllando verso la fine per evitare che scurisca troppo. Fate raffreddare prima di servire in tavola. Cara maestra Enrica, buon appetito!

Quiche ai cipollotti e pancetta

Oggi al mercato ho visto dei bellissimi cipollotti, li compero di rado dato che li usiamo poco, giusto crudi nelle insalate oppure con il tonno d’estate. Il loro gusto è più delicato rispetto alla cipolla e meritano quindi di entrare più spesso a far parte dei nostri menù, hanno un sacco di proprietà, sono diuretici, proteggono il sistema urinario dalle infezioni, regolano il colesterolo ed aiutano ad abbassare la pressione arteriosa.La parte tenera e verde chiaro l’ ho usata per una quiche mentre le foglie più dure sono finite in un bel minestrone.
Ingredienti per una quiche:
un rotolo di pasta sfoglia del banco frigo
4/5 cipollotti (la parte più tenera)
100 gr di pancetta affumicata a dadini
100 ml di panna fresca da cucina
2 cucchiai di olio evo
sale q.b.
noce moscata grattugiata q.b.
un uovo
4/5 fili di erba cipollina fresca
Procedimento: laviamo e scartiamo le foglie più dure dei cipollotti li tagliamo a rondelle, li cuociamo in un tegame in cui avremmo messo i due cucchiai di olio a scaldare. Aggiungiamo la pancetta a dadini , mescoliamo e facciamo cuocere per 10 minuti a fuoco medio/basso coperto da coperchio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Terminata la cottura lasciamo intiepidire. In una terrina sbattiamo l’uovo con un pizzico di sale (io ne ho messo proprio poco dato che preferisco aggiungere le spezie per insaporire le preparazioni riducendo l’uso del sale) aggiungiamo la panna ed una bella grattata di noce moscata e mescoliamo per amalgamare il composto.

 

 

 

 

 

 

 

 

Srotoliamo la nostra sfoglia nello stampo da crostata e bucherelliamo il fondo, sistemiamo pancetta e cipollotti cotti ed aggiungiamo il composto liquido. Arrotoliamo  il bordo e completiamo con l’erba cipollina lavata e tagliuzzata con la forbice.

 

 

 

 

 

 

 

 

Cuociamo la quiche per 30 minuti in forno statico che avremmo acceso qualche minuto prima alla temperatura  di 180 gradi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Buona tiepida, ancor più buona il giorno dopo assieme ad un bel prosecco fresco!

Torta salata con peperoni grigliati, würstel e asiago DOP

E’ quasi ora di cena apro il frigo e vedo un rotolo di pasta sfoglia vicino alla scadenza, meglio utilizzarlo. Facciamo una torta salata, con i peperoni che ho grigliato oggi, würstel e dell’ asiago. In termine tecnico e’ un’ operazione svuota frigo. Con le temperature di oggi non e’ proibitivo accendere il forno quindi in 40 minuti la nostra torta salata è pronta in tavola. Alice mi ha detto “Mamma sembra un sole!” Inoltre pensandoci bene i bambini adorano i würstel , le mie ragazze li mangerebbero anche a colazione! Così abbiamo pensato che si adatterebbe benissimo ad arricchire un buffet, per la festa di compleanno dei nostri bambini oppure anche da mangiare  ad un picnic.
Ecco gli ingredienti necessari per la nostra torta salata:
un rotolo di pasta sfoglia del banco frigo
mezzo peperone rosso
100/150 gr di asiago DOP (o un altro tipo di formaggio a pasta morbida)
100 gr di würstel
sale q.b.
qualche rametto di timo fresco.
Procedimento: Laviamo il peperone, lo asciughiamo bene  e lo tagliamo a strisce, così la cottura alla griglia sara’ velocissima. Nel frattempo scaldiamo la pentola antiaderente, appena sarà calda iniziamo a cuocere le strisce di peperone per circa due minuti per lato.

 

 

 

 

 

 

 

 

Appena cotte le trasferiamo su di un piatto a raffreddare aggiungendo un po’ di sale. Ora srotoliamo la pasta sfoglia e la sistemiamo nella tortiera con sotto la carta forno . Bucherelliamo la base e riempiamo con il formaggio tagliato in precedenza a cubetti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungiamo le strisce di peperone grigliate ed il würstel tagliato a rondelle oppure a bastoncini come ho fatto io. Completiamo con del timo fresco lavato e tagliato con la forbice.

 

 

 

 

 

 

 

 

Cuociamo la nostra torta salata posizionandola nella parte centrale del  forno in modalità  statica alla temperatura  di  180 gradi , preriscaldato per mezz’ora circa. Et voila’ la torta salata che sembra un sole e’ pronta!

Sfoglia con scarmorza e verdure grigliate

Sfoglia o torta salata,  veloce e pratica e’ una pietanza che facciamo spessissimo perché ha là caratteristica di risolvere un aperitivo, si adatta a qualsiasi occasione o necessita’, come antipasto o come secondo e  basta abbinarla ad un contorno o delle verdure. In questo caso le verdure sono nel ripieno della torta.Le ho disposte suddivise per tipo per ottenere un bellissimo effetto cromatico ed e’ stato così facile tagliarle in base ai gusti dei commensali, nulla toglie che il ripieno si possa distribuire senza un ordine preciso. Come base sulle quale distribuire le verdure ho usato della scamorza affumicata tagliata sottile sottile. Preparata per Pasquetta,  è stata mangiata tiepida e molto apprezzata.
Ingredienti per una sfoglia salata:
un rotolo di pasta sfoglia rettangolare
verdure miste da grigliare: mezza melanzana, una zucchina, una cipolla rossa, un peperone rosso
verdure da sbollentare : una carota e 5/6 asparagi
200 gr circa di scamorza affumicata da tagliare a fettine sottili
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
Procedimento: iniziamo preparando le verdure, le laviamo, tagliamo a fettine la melanzana, disponiamo le fettine in un colapasta e le lasciamo per una mezz’ora a riposare cosparse di sale per favorire la perdita dell’acqua, tagliamo a fette le zucchine e a falde i peperoni e la cipolla. Scaldiamo la piastra e cuociamo le verdure per qualche minuto, per ultime le melanzane che avremmo sciacquato ed asciugato dopo il riposo nello  scolapasta. Facciamo bollire per qualche minuto gli asparagi puliti e la carota tagliata a bastoncini, scoliamo e mettiamo da parte. Srotoliamo la pasta sfoglia nello stampo, bucherelliamo con una forchetta e disponiamo le fettine di scamorza fino a coprire tutta la base della sfoglia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Distribuiamo le verdure a piacimento come ho fatto io suddividendole a quadrati oppure casualmente.

 

 

 

 

 

 

 

 

Condiamo con dell’olio evo e del sale, io ho usato il mio sale alle erbette aromatiche.

 

 

 

 

 

 

 

 

Cuociamo il forno preriscaldato a 180 gradi per una mezz’ora circa. Buon appetito!