Category

Senza categoria

Semifreddo al torrone e cioccolato fondente

Alla ricerca di dolcetti freschi per la stagione estiva e con un occhio alla dispensa, oggi ho preparato il semifreddo al torrone, veloce e facile da fare, così ho consumato il torrone che stazionava in cucina dalle feste. Unica accortezza, deve riposare in freezer per almeno sei ore, quindi conviene prepararlo il giorno prima per andare sul sicuro. Mono porzione da guarnire con del cioccolato fuso o del torrone in granella. Ecco gli ingredienti per 10 porzioni:
250 gr di torrone alle nocciole
3 uova a temperatura ambiente
50 gr di zucchero semolato
300 ml di panna da montare (da tenere in firgo fino al momento di usarla)
50 gr di cioccolato fondente
2 cucchiai di Marsala o altro liquore a piacere
Procedimento: Tritiamo  molto bene con il robot il torrone, io avevo quello morbido così l’ho messo prima in freezer due ore.

 

 

 

 

 

 

 

 

Separiamo i tuorli dagli albumi e montiamo i primi con le fruste elettriche assieme allo zucchero per qualche minuto fino a che non diventano belli spumosi.

 

 

 

 

 

 

 

 

A parte montiamo a neve gli albumi e li teniamo da parte. In un’altra terrina montiamo anche la panna. Incorporiamo il torrone tritato ai tuorli montati e mescoliamo per bene. Aggiungiamo gli albumi a neve il liquore e poi la panna montata. Per ultimo aggiungiamo il cioccolato tritato.

 

 

 

 

 

 

 

 

Suddividiamo il composto negli stampini di alluminio e copriamo con della pellicola.

Facciamo riposare in frezer per almeno 6 ore. Sformiamo i nostri semifreddi sui piattini da portata e guarniamo con del cioccolato fuso oppure della granella di torrone!

Quiche con asparagi, stracchino e datterini

La quiche e’ una torta salata di origine francese, la più conosciuta e’ la lorraine i cui ingredienti principali sono uova pancetta e formaggio, però esistono tantissime versioni di quiche  alcune farcite con le verdure. La quiche che ho preparato oggi ha come ingredienti gli asparagi verdi, lo stracchino ed i pomodorini.Gli asparagi sono molto versatili, ottimi da consumare in vellutate, minestre oppure come condimento per la pasta assieme ad altri ingredienti, qui li ho abbinati allo stracchino dal gusto fresco e delicato. Semplice e veloce, per essere gustata al meglio l’ ho lasciata riposare un’oretta dopo la cottura in modo che si raffreddasse e che lo stracchino fosse della consistenza giusta al taglio della fetta. Questi sono gli ingredienti per la quiche:
un rotolo di pasta sfoglia del banco frigo
una confezione di stracchino Nonno Nanni da 125 gr
8 asparagi verdi sbollentati
8 pomodorini datterini
olio evo e sale q.b.
2 cucchiai di formaggio stagionato grattugiato (io ho usato grana padano stagionato )
Procedimento: laviamo gli asparagi e con il pelapatate sbucciamo la parte più dura del gambo asportando eventuale parte troppo dura da scartare. Li  cuociamo  in una casseruola per 5 minuti da quando l’acqua inizia a bollire volendo nell’acqua di cottura possiamo aggiungere una carota, mezza cipolla o del porro ed un gambo di sedano.
Scoliamo e facciamo raffreddare.Srotoliamo la pasta sfoglia e la sistemiamo assieme alla carta forno nello stampo di cottura della quiche,  bucherelliamo la base con una forchetta, disponiamo lo stracchino tagliato a pezzetti, gli asparagi a raggiera  oppure  tagliati a pezzetti e i pomodorini che avremmo precedentemente bucato con una forchetta o con la punta del coltello. Completiamo con un giro d’olio extra vergine d’oliva,  del sale ed il formaggio grattugiato.

 

 

 

 

 

 

 

 

Cuociamo la quiche in forno statico preriscaldato per 40 minuti circa a 180 gradi.

 

 

 

 

 

 

 

Prima di servirla la facciamo riposare per un’ora circa. Buon appetito!

Dessert al mascarpone e stracchino con fragole e mirtilli

Oggi fa caldissimo! Temperature direi quasi estive anche se non siamo ancora a fine aprile! Cominciamo ad avere voglia di dessert freschi magari con la frutta… Sentivo alla TV che aprile e’ il mese in cui troviamo meno frutta di stagione rispetto a tutti gli altri mesi dell’anno, pensandoci bene e’ vero… a parte le fragole… cosa possiamo gustare? Con un po’ di pazienza tra una ventina di giorni ci saranno anche le ciliegie. Tornando a noi, oggi ho preparato una crema al mascarpone e stracchino da accompagnare a fragole e mirtilli, e’ ottima come dolce di fine pasto oppure come merenda e si può preparare in anticipo lasciandola riposare in frigo.L’aggiunta dello stracchino è stata una piacevole sorpresa, mescolato al mascarpone è risultato delicato e dolce. Ecco gli ingredienti per 8 coppette:
4 uova a temperatura ambiente
180 gr di zucchero semolato
250 gr di mascarpone
250 gr di stracchino
250 gr di fragole
100 gr di mirtilli
il succo di mezzo limone
Procedimento: Iniziamo lavando fragole e mirtilli, tagliamo le fragole a spicchi e poi a cubetti, mettiamo in una terrina assieme ai mirtilli ed aggiungiamo il succo del limone. Sgusciamo le uova e separiamo i tuorli dagli albumi, sbattiamo i tuorli assieme allo zucchero per qualche minuto per ottenere un composto spumoso, aggiungiamo poi il mascarpone e lo stracchino mescolando per amalgamare bene gli ingredienti ed evitare che si formino dei grumi. Per ultimi aggiungiamo gli albumi ai quali avremmo aggiunto un pizzico di sale oppure una goccia di succo di limone, montati a neve fermissima.

 

 

 

 

 

 

 

 

La crema ora e’ pronta per essere servita in coppette monoporzione completando con la frutta fresca e magari dello zucchero a velo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Per noi fragole e mirtilli ma andando avanti con la stagione potremmo usare le ciliegie, albicocche o pesche. Se il dessert è destinato a soli adulti possiamo aggiungere alla frutta qualche cucchiaio di vino passito o recioto. Buona merenda!

Polpette di vitello con zucchine e pecorino toscano DOP

Le polpette sono un secondo sempre gradito, io non le faccio molto spesso perché le più buone sono in assoluto quelle della mamma, buone come le sue non ne ho mai mangiate. Quelle che ho preparato oggi non sono male, cotte al forno e alternative perche’ ho aggiunto le zucchine alla carne di vitello e il pecorino toscano DOP, saporito al punto giusto. Le ho fatte piccoline di dimensione con l” idea che le bambine le avrebbero apprezzate ancora di più. Volendo si possono servire infilzate negli stuzzicadenti lunghi alternate a delle verdure tipo cipolline o pomodorini.
Ecco gli ingredienti per una ventina di polpettine:
250 gr di carne di vitello macinata
3 cucchiai di pecorino toscano DOP grattugiato
1 uovo
una zucchina di medie dimensioni
prezzemolo fresco tritato
sale e pepe q.b
noce moscata grattugiata
qualche cucchiaio di pane grattugiato
olio evo q.b
Procedimento:
In una terrina mescoliamo la carne di vitello macinata con il pecorino toscano DOP , grattugiamo con una grattugia a fori larghi la zucchina precedentemente lavata e spuntata e aggiungiamo nella terrina al resto, di seguito aggiungiamo l’uovo, poco sale (perché il pecorino e’ abbastanza saporito) il pepe e la noce moscata grattugiata. Per ultimo il pane grattugiato poco per volta perché il composto sia della consistenza perfetta per fare le nostre polpette.

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ il momento di formarle tutte più o meno della stessa dimensione e le mettiamo in una pirofila.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ebbene si, io le faccio spesso al forno perché sono più leggere, quindi prima di cuocerle a 180 gradi in forno statico preriscaldato, versiamo poco olio evo sulle polpette. Se notiamo che  le polpette rilasciano troppo liquido in cottura possiamo cambiare in ventilato la modalità del forno per gli ultimi 5 minuti di cottura.

 

 

 

 

 

 

 

 

Le nostre polpettine sono pronte! Noi le abbiamo mangiate accompagnate ai pomodorini datterini e alle carotine crude!

Strudel di frolla con frutti rossi

so

E’ vero mancano pochissimi giorni all’inizio della primavera, il tempo e’ dispetto e si alternano giornate di pioggia e vento a pomeriggi di sole e temperature che fanno ben sperare. Le violette sono fiorite in giardino, hanno fatto capolino anche i fiori del mandorlo… ho come l’impressione di sentire nell’aria il profumo della primavera.. Lo strudel e’ un dolce tipicamente autunnale per me, di solito lo preparo a fine estate inizio autunno con le prime mele.. Ieri mi e’ venuta voglia di prepararlo con la pasta frolla e di usare i frutti rossi al posto dell’uvetta.I frutti rossi che ho usato sono un mix di mirtilli, bacche di Goji e uvetta verde biologica, acquistati a Desi Sfuseria a Sirmione. Sono buonissimi, li ha mangiati anche Anna la piccolina.
Ecco gli ingredienti dello strudel:
300 gr di farina 00
120 gr di burro freddo
1 uovo
qualche cucchiaio di panna
la buccia grattugiata di mezzo limone
un pizzico di sale
100 gr di zucchero a velo
mezza bustina di lievito vanigliato
Per il ripieno:
3 mele
25 gr di pinoli
2 cucchiai di zucchero semolato (io ho usato zucchero di cocco)
3 frollini
50 gr di frutti rossi
un cucchiaio di rum o marsala
Procedimento:
Io ho usato il Bimby per preparare la frolla, ho polverizzato lo zucchero con la buccia del mezzo limone, ho aggiunto il burro tagliato a quadretti, l’uovo, la farina, il pizzico di sale, due/tre cucchiai di panna ed azioniamo il frullatore.otteniamo un composto che se troppo duro necessiterà di un po’ di panna ulteriore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Compattiamo il composto, avvolgiamo nella pellicola e mettiamo a riposare per almeno mezz’ora in frigo. Nel frattempo prepariamo il ripieno ammollando i frutti rossi nell’acqua calda, sbucciamo le mele e le tagliamo a cubetti, le facciamo cuocere per un quarto d’ora assieme ad un goccino d’ acqua un cucchiaio di rum mescolando di tanto in tanto. Trasferiamo le mele in un contenitore per farle raffreddare, aggiungiamo i pinoli, i tre biscotti sbriciolati e i frutti rossi ammorbiditi e i due cucchiai di zucchero mescolando bene.

 

 

 

 

 

 

 

 

Tiriamo la frolla cercando di ottenere un rettangolo, mettiamo al centro il ripieno di frutta e arrotoliamo dal lato lungo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Poniamo lo strudel su carta forno nella placca da forno. Lo faremo cuocere per mezz’ora in forno pre riscaldato statico a 180 gradi per una mezz’ora facendo attenzione che non prenda troppo colore, in questo caso copriamo per gli ultimi minuti di cottura con carta stagnola.

 

 

 

 

 

 

 

 

Facciamo raffreddare e spolverizziamo di zucchero a velo. Serviamo con un po’ di panna montata o una pallina di gelato fiordilatte o vaniglia!